Danilo Petrucci podio GP Silverstone Motogp 2015MotoGP news 

MotoGP, Petrucci: “Se questo è un sogno, non svegliatemi!”

Danilo Petrucci podio GP Silverstone Motogp 2015

Se c’è un pilota, oltre a Rossi, che ieri ha tenuto un intero Paese con il fiato sospeso, quello è stato Danilo Petrucci.

Il ternano, infatti, alfiere del team Ducati Pramac, in sella ad una vecchissima GP14, è stato protagonista di una performance che definire perfetta suona quasi come un eufemismo, perché dopo aver condotto una prima impeccabile parte di gara, dalla seconda metà in poi il “Petrux” ha infiammato gli animi degli italiani prima con il sorpasso a Lorenzo, poi con quello ai danni di Dovizioso (infischiandosene allegramente se la propria moto in rettilineo, paragonata alla GP15, assomigliava maggiormente ad una tranquillissima Prius), finendo poi addirittura per andare ad insidiare la leadership di Valentino Rossi.

L’abbraccio della squadra è stato commovente, gli applausi del paddock fragorosi e le strette di mano degli addetti ai lavori hanno sottolineato la grandezza dell’impresa:

“E’ stata una gara incredibile. Ancora faccio fatica a realizzare cosa sia successo. Nel warm up ero andato veloce ma la gara è un’altra cosa. Quando ho passato Pedrosa e Lorenzo ho avuto un attimo di timore perchè pensavo che mi avrebbero messo pressione. Poi è arrivato anche Dovi. Mi sono messo in testa di prendere Valentino per rimanere concentrato. Il team ha fatto un grande lavoro perchè sull’asciutto non eravamo a posto ma sapevamo come risolvere i nostri problemi. Mi hanno dato tutti una grandissima fiducia e questo mi ha aiutato molto. Ringrazio la squadra, tutto il team Pramac, Francesco Guidotti che mi ha scelto, la famiglia Campinoti e Ducati che mi hanno dato fiducia. Dedico questo risultato ai miei genitori, a mia madre e a mio padre che hanno fatto tanti sacrifici per farmi correre. Ripagarli così è la cosa più bella del mondo.”

Ora però in Casa Ducati si va in contro ad un grande periodo di riflessione, perché se da una parte è stato annunciato l’accordo per il 2016 tra Scott Redding ed il Team Ducati Pramac, che fornirà al pilota inglese la GP15 per tutta la prossima Stagione, dall’altra la determinazione, la fame agonistica e la dimostrazione di talento che Danilo Petrucci ha dato correndo e battendo su di una moto da mausoleo la nuova GP15 di Andrea Dovizioso (3°) e quindi anche quella di Andrea Iannone, soltanto 8° al traguardo, non possono aver lasciato indifferenti i vertici della squadra di Borgo Panigale, che potrebbero iniziare a guardare al Petrux come futuro pretendente alla sella di Andrea Dovizioso.

Con il GP di Silverstone, Danilo Petrucci sale a quota 83 punti, il che lo proietta in 8° posizione della Classifica Mondiale e porta il Team Ducati Pramac a soli tre punti dalla Top5.

Related posts

Leave a Comment