SBK: Davies fa doppietta a Laguna Seca, Sykes piega ancora Reanews WSBK 

SBK: Davies fa doppietta a Laguna Seca, Sykes piega ancora Rea

SBK: Davies fa doppietta a Laguna Seca, Sykes piega ancora Rea

Al Mazda Raceway, il podio di Gara2 celebra ancora una volta il velocissimo britannico del team di Borgo Panigale: pennellando le curve della Laguna con una fluidità artistica e girando costantemente ad un ritmo impressionante, sull’ 1’24” basso (anche se sul finale è stato costretto a calare leggermente il proprio passo a causa dell’estrema temperatura dell’asfalto, fattosi via via più scivoloso), Chaz Davies ha regalato una splendida doppietta alla Ducati, mostrando al mondo intero quanto la Panigale R stia diventando gara dopo gara sempre più competitiva.

Paura invece per la seconda delle Ducati ufficiali, quella di Davide Giugliano, protagonista al secondo giro di un volo spaventoso che ha lasciato tutto con il fiato sospeso. Il pilota romano, fortunatamente, sembra essersela cavata con poco, ma adesso in pericolo è la sua situazione contrattuale con il team italiano che, constatando le ancora troppe cadute di cui si rende protagonista Giugliano, potrebbe seriamente mettere in discussione il suo rinnovo per le future Stagioni.

Si riconferma al 2° posto del podio Tom Sykes, che anche in Gara2 riesce a sconfiggere il compagno di squadra dopo una grande prova di forza, in cui non ha esitato a prendersi grossi rischi. Torna quindi a casa con un buon bottino, Sykes, avvicinandosi ancora di più al Leader Jonathan Rea che, chiudendo un podio tutto inglese, è costretto ad incassare ben due sconfitte nei confronti del proprio compagno di squadra. Rea, legittimamente, ha corso una seconda manche con intelligenza, scegliendo di non prendersi troppi rischi e di conquistare più punti possibili in ottica Mondiale; ma è innegabile che la doppia prestazione di Sykes pesi dal punto di vista psicologico: la lotta al Titolo è quanto mai aperta.

Ai piedi del podio si classificano le due Aprilia RSV4, con il giovane Jordi Torres (4°) a precedere il proprio compagno Leon Haslam (5°), quest’ultimo sconfitto dopo un lungo e serratissimo confronto che li ha visti contrapposti per quasi l’intera durata della gara. Fantastica prestazione, poi, per l’alfiere di BMW Italia Ayrton Badovini, che sulla pista californiana porta la sua S1000RR in 6° posizione, chiudendo così davanti alla Honda dell’ottimo Michael VD Mark, 7° al traguardo.

All’ 8° posizione si classifica Niccolò Canepa, sulla Ducati Panigale R del team Althea, seguito poi da Mercado (9°) e Leon Camier, fanalino di coda della Top10. Ancora 11° posizione per la Suzuki del francese Randy de Puniet, a precedere rispettivamente Ramos e Baiocco.

classifica sbk laguna seca 2015 gara2

 

Related posts

Leave a Comment