WRC, Polonia: Ogier trionfa ancora, Tanak sul podionews WRC & Rally 

WRC, Polonia: Ogier trionfa ancora, Tanak sul podio

WRC, Polonia: Ogier trionfa ancora, Tanak sul podio

Anche questo weekend targato WRC si è concluso, e il risultato purtroppo o per fortuna è ancora una volta lo stesso. Sèbastien Ogier vince ancora su tutti nell’ennesimo appuntamento rallystico, dimostrando, come se ce ne fosse ancora bisogno, di essere il legittimo erede di Sua Maestà Sèbastien Loeb.

La giornata di ieri, seconda tappa corposa di speciali, ha manifestato dei risultati sulla falsariga che avevamo riscontrato il venerdì. Da una parte il francese Campione del Mondo consolidare in modo progressivo la leadership, solo a tratti messa in discussione dal norvegese Andreas Mikkelsen, dall’altra un secondo assalto fotocopia di quella che si è rivelata la vera sorpresa di questo Rally di Polonia. L’estone Ott Tanak infatti, dopo un guizzo iniziale di Ogier nei 17,7 km di Hazury su ancora un convincente Hayden Paddon, ha riproposto l’ottima performance trionfando in SS11 e SS12 rischiando la seconda tripletta nella stage successiva, in cui si è fatto precedere proprio solo dal talento di Gap.

Dopo l’annullamento della stage 14, a causa del troppo pubblico presente a ridosso del tracciato, si sono corse le ultimissime prove, in cui si sono definiti, definitivamente o quasi, i valori in campo prima della consueta Power Stage di questa mattina. Tenta una zampata in Swietajno Mikkelsen, che primeggia e tenta di ridurre il distacco dal leader della gara. Il norvegese si è dimostrato molto veloce lungo tutto il Rally, come ormai ci ha dimostrato, e capace di un’ottima costanza che purtroppo ormai sempre più si sta dimostrando non caratteristica peculiare dell’altro pilota VW, Jari-Matti Latvala. Il finlandese, dopo una partenza di weekend molto consistente, perde piano piano secondi preziosi dai due compagni di squadra, tanto da consentire, nelle ultime battute, il ritorno di Tanak, che in SS16 riagguanta la terza piazza ai suoi danni. Come se non bastasse Jari-Matti riceve una penalizzazione di ben quaranta secondi per non aver chiuso in tempo l’ultimo service, un ritardo dovuto alla necessità di dover compensare la perdita al radiatore dopo il brutto incidente accusato proprio in Power Stage.

La Power Stage si conclude rispettando perfettamente le posizioni del podio finale, con l’assegnazione dei punti bonus che “regala” ad Ogier l’ennesimo bottino dei 28, che ormai lo catapultano in un vantaggio talmente esteso da non fare più notizia.

Un vero peccato invece si consuma proprio in sede di Power Stage. L’idolo di casa Robert Kubica, dopo un Rally veloce, consistente, costante e privo di sbavature, viene accompagnato da quella sfortuna che ormai lo contraddistingue da tempo. Il polacco accusa dei problemi al differenziale posteriore fin dalla stage 17 che lo penalizzano progressivamente, tanto da costargli l’ipotetica lotta per la sesta posizione con Thierry Neuville. Settima posizione in bilico che purtroppo non riesce a difendere a dovere nella prova finale, dove deve subire una foratura alla ruota posteriore destra. Robert riesce eroicamente a concludere la difficile prova, ma deve accontentarsi di un’ottava posizione.

Un risultato che in fin dei conti non è per nulla amaro. La Ford Fiesta RS privata del polacco non era certo il mezzo migliore per condurre al meglio questo evento in particolare, data la potenza richiesta dai lunghi tracciati veloci, ma nonostante ciò il talento di Cracovia dimostra una maturità rallystica non indifferente ed inizia a lanciare i primi veri buoni segnali.

Ford WRC Polonia 2015 Robert Kubica

Il resto dei contendenti si dipana tra la delusione pesante del team Citroen DS, i cui rappresentanti non danno mai l’impressione di poter distinguersi come da potenziale. Forse una errata strategia di gomme, mista a tanta sfortuna (in particolare per Kris Meeke) hanno assediato la prestazione dei due. Mads Ostberg non da mai l’impressione di poter rispettare l’attuale posizione in classifica di Campionato, che ora lo vede scavalcato da Mikkelsen come virtuale diretto avversario di Ogier. Ottima prestazione di Paddon, quinto in pista davanti al belga Neuville e compagno di squadra in Hyundai , ora addirittura quarto dopo la penalizzazione di Latvala  ed autore di una gara molto consistente sulla scia dell’incredibile prestazione di cui si era reso protagonista in Sardegna. Che la Hyundai Motorsport abbia trovato un talento da accostare a Thierry per il futuro progetto 2016 per contrastare il cannibale Volkswagen ?

Di seguito le classifiche aggiornate, mentre il World Rally Championship torna con ItalianWheels  per il giro di boa al NesteOil Rally Finland dal 30 Luglio al 2 Agosto !

Top 10 Rally di Polonia:

1.Sébastien Ogier – Volkswagen Polo R WRC – 2h26’11″5
2.
Andreas Mikkelsen – Volkswagen Polo R WRC – +11″9
3.
Ott Tanak – Ford Fiesta RS WRC – +23″0
4. Jari-Matti Latvala – Volkswagen Polo R WRC – +44″7
5. Hayden Paddon – Hyundai i20 WRC – +1’14″6
6. Thierry Neuville – Hyundai i20 WRC – +1’44″5
7. Robert Kubica – Ford Fiesta RS WRC – +1’57″7
8. Kris Meeke – Citroen DS3 WRC – +2’08″3
9.
Mads Ostberg – Citroen DS3 WRC – +2’18″2
10. Daniel Sordo – Hyundai i20 WRC – +2’48″4

Top 10 Ranking Piloti:

1.Sèbastie Ogier (Volkswagen) 161

2.Andreas Mikkelsen (Volkswagen) 83

3.Mads Ostberg (Citroen-DS) 69

4.Jari-Matti Latvala (Volkswagen) 68

5.Thierry Neuville (Hyundai) 58

6.Kris Meeke (Citroen-DS) 53

7.Elfyn Evans (Ford M-Sport) 53

8.Hayden Paddon (Hyundai) 42

9.Ott Tanak (Ford M-Sport) 40

10.Dani Sordo (Hyundai) 39

Classifica Costruttori

  1. Volkswagen Motorsport 216
  2. Citroen Total Adu Dhabi WRT 125
  3. Hyundai Motorsport 123
  4. M-Sport WRT 114

Nato il 09 Giugno 1993, coltivo durante tutta l’infanzia e l’adolescenza la mia smisurata passione per il mondo dei Motori fino a sviluppare una insana passione per il volto più “sporco” delle ruote coperte. Da studente universitario racconto il mondo del Rally ( CIR, ERC, WRC e Dakar) e svolgo il ruolo di Tester per ItalianWheels.

Related posts

Leave a Comment