WRC, Polonia: Ogier in testa, Kubica fa gli onori di casanews WRC & Rally 

WRC, Polonia: Ogier in testa, Kubica fa gli onori di casa

WRC, Polonia: Ogier in testa, Kubica fa gli onori di casa

Il Rally di Polonia è iniziato da ventiquattr’ore e si è presentato nel migliore dei modi. Dopo infatti la classica Superspeciale del giovedì sera, dove Sèbastien Ogier ha condotto le danze davanti ad un centrato Robert Kubica, la giornata di oggi ha offerto numerosi spunti positivi da molti punti di vista.

Un venerdì in cui le otto speciali in programma ha rispettato una specie di copione ben strutturato, con dei risultati che hanno messo in evidenza una buona manciata di protagonisti. La mattinata si è aperta con un guizzo improvviso del norvegese Andreas Mikkelsen, che con la sua Polo R 2015 ha saputo condurre un avvio con i 13 km di Gorklo ed ha messo dietro l’estone Ott Tanak. Il giovane alfiere nordico motorizzato Ford M-Sport si rivela estremamente competitivo, in una condizione di fiducia che in stagione si è vista solo a sprazzi ma che la dice lunga sulle sue potenzialità già mostrate in passato. Il talento a bordo della Fiesta RS è stato capace di inanellare un serie consecutiva di tre successi tra SS3 e SS5 in cui, nonostante un difetto all’impianto frenante si dimostra perfettamente “in riga” e riesce a far segnare degli ottimi crono.

La festa dura fino a quando il deterioramento delle gomme inizia a farsi sentire, momento in cui, tra turno mattutino  e pomeridiano, i big fanno la voce grossa. Il Campione del Mondo Sèbastien Ogier sfrutta talento e motore e torna in cattedra regalando a casa Volkswagen una tripletta tutta tedesca a fino a SS8, in cui viene fuori anche l’altro pezzo grosso Jari-Matti Latvala. Il finnico ha proposto un inizio di weekend sembrerebbe con il freno a mano tirato, per poi salire progressivamente in resa a braccetto con il terzo pilota VW Andreas Mikkelsen, per un risultato a fine giornata che parla molto chiaro con le prime tre piazze monopolizzate dal trio.

WRC, Polonia: Ogier in testa, Kubica fa gli onori di casa (2)

È lo sfondo a questo panorama che però ci interessa. Sarà l’aria di casa, saranno forse i primi guizzi tanto sperati finora, ma l’idolo indiscusso di casa Robert Kubica è il vero protagonista di questa prima tappa. Il polacco ha assistito ai continui scambi di leadership direttamente in prima fila, regalando ai sostenitori di casa ed al suo team una serie positiva di secondi posti e di piazzamenti molto consistenti. Ma forse il vero regalo lo ha fatto a se stesso e al suo talento mai discusso che forse ora pian piano sta facendo capolino: Kubica infatti è stato in grado di mantenere l’alto livello raggiunto dagli avversari con un mezzo che se da una parte si dimostra, a detta sua, ottimale per la manovrabilità, dall’altra decisamente carente dal punto di vista della potenza assoluta, parametro che risulta spesso determinante in Polonia (basti vedere chi occupa le prime tre piazze). Forse la giornata di Rally migliore per il polacco, priva di sbavature ma ancora caratterizzata dalla sua spiccata aggressività, che speriamo possa iniettare a Robert la formula giusta per ripetersi.

SS9 agguantata a sorpresa dal ceco Martin Prokop, che con un guizzo si posizione davanti proprio alla Fiesta RS di Kubica. La speciale, da poco conclusa, ha offerto altre sorprese sotto il segno della Skoda Fabia R5. Il bolide ceco, appena tornato alla ribalta nel mondo del Rally con la recente vittoria all’esordio in ERC da parte di Freddy Loix,  ha piazzato lo svedese Tidemand in terza posizione e il finlandese Esapekka Lappi subite dietro ad Ogier con un tempo fotocopia.

Ancora prestazione solida da parte del neozelandese Hayden Paddon. Il protagonista del Rally Italia Sardegna sfodera un’ottima serie sulla sua Hyundai i20 che gli permette il primo posto tra i compagni di squadra e la quinta piazza assoluta, dietro a Tanak e davanti a Kubica per un’interessante sfida a tre dietro il trio Volkswagen.

Crisi nera infine in casa Citroen DS. Meeke e Ostberg non vanno oltre ottava e decima posizione, complice anche una strategia pneumatici per nulla centrata.

Di seguito la Top 10 aggiornata, mentre si torna in pista domani alle 08:25 per le otto speciali del sabato:

1. Sébastien Ogier – Volkswagen Polo R WRC – 1h17’42″5
2. Andreas Mikkelsen – Volkswagen Polo R WRC – +2″1
3. Jari-Matti Latvala – Volkswagen Polo R WRC – +10″8
4. Ott Tanak – Ford Fiesta RS WRC – +16″7
5. Hayden Paddon – Hyundai i20 WRC – +35″9
6. Robert Kubica – Ford Fiesta RS WRC – +37″4
7. Thierry Neuville – Hyundai i20 WRC – +41″3
8. Kris Meeke – Citroen DS3 WRC – +1’07″1
9. Daniel Sordo – Hyundai i20 WRC – +1’15″0
10. Mads Ostberg – Citroen DS3 WRC – +1’15″5

Nato il 09 Giugno 1993, coltivo durante tutta l’infanzia e l’adolescenza la mia smisurata passione per il mondo dei Motori fino a sviluppare una insana passione per il volto più “sporco” delle ruote coperte. Da studente universitario racconto il mondo del Rally ( CIR, ERC, WRC e Dakar) e svolgo il ruolo di Tester per ItalianWheels.

Related posts

Leave a Comment