F1 news 

F1, Canada: Rosberg vola nella FP3, ma anche Nasr…contro il muro

F1, Canada: Rosberg vola nella FP3, ma anche Nasr...contro il muro

Torna a splendere il sole sull’isola di Notre-Dame in quel di Montreal, e con lui torna in cima alla lista dei tempi Nico Rosberg. Il tedesco della Mercedes, uno dei pochi ad aver effettuato il proprio giro veloce con gomme SuperSoft a causa della bandiera rossa sventolata negli ultimi minuti della sessione, sigla il miglior tempo in 1’15”660. Dietro di lui, troviamo un Raikkonen ed un Grosjean in grande spolvero, rispettivamente e , che con le SuperSoft accusano un distacco dalla vetta maggiore rispetto a quanto fatto vedere con le Soft.

La pioggia, caduta in maniera copiosa ieri pomeriggio, ha pulito quasi completamente la pista dalla gomma che le monoposto erano riuscite a depositare nelle prime due sessioni di Prove Libere, ed è per questo che per vedere dei crono interessanti si è dovuto attendere che scorresse via la prima mezz’ora di Prove. Con le gomme Soft, pur non sapendo i carichi di carburante imbarcati dalle varie monoposto, in Canada si è visto un mucchio selvaggio e compatto che lotta per le prime posizioni. Prima infatti che i vari piloti scendessero in pista con le SuperSoft per la simulazione di qualifica (dalla quale sono scaturiti i migliori tempi della classifica finale), c’era Kimi Raikkonen davanti a tutti, con Rosberg e Grosjean ad inseguire nello spazio di poco più di 10 millesimi. Grandi prestazioni per i motorizzati Mercedes, con le Lotus, le Williams e le Force India in grande spolvero e le Ferrari che sono le uniche a spezzare la loro egemonia a parità di gomma. Leggermente in difficoltà Vettel (8°, che ha accusato qualche problema di troppo all’ERS) ed Hamilton (addirittura 20°), che ha girato molto poco e in quel poco ha messo qualche altro errore.

Se in Mercedes sorridono, in Renault e in Honda non possono fare lo stesso. In casa Toro Rosso, sulla STR10 di Verstappen è stata infatti montata la quinta PU stagionale, che costerà al rookie della scuderia faentina ulteriori 10 posizioni di penalizzazione in griglia (oltre alle 5 che gli sono state comminate come sanzione a seguito dell’incidente con Grosjean a Montecarlo). In casa McLaren invece, Alonso (18°) non è praticamente sceso in pista in questa FP3 perchè i meccanici hanno dovuto sostituire la PU sulla sua MP4-30, e Button (15°) è stato costretto a parcheggiare la sua vettura in una via di fuga a causa di una “grave perdita di potenza” (che per Eric Boullier potrebbe addirittura costringere al cambio di propulsore, tagliando fuori dalle Qualifiche l’inglese), causando la seconda bandiera rossa della sessione. Quest’ultima sostanzialmente blocca tutte le velleità da qualifica della maggior parte dei piloti, che non riescono ad effettuare il proprio giro veloce per la neutralizzazione della sessione.

Seconda bandiera rossa, comunque, perchè la prima era stata causata da Felipe Nasr: il rookie brasiliano della Sauber è infatti andato a muro piuttosto violentemente sul lungo rettilieno prima dell’ultima chicane, mentre zigzagava nel tentativo di scaldare al meglio le gomme. Peccato che lo stesse facendo con pochissimo carico aerodinamico: Nasr aveva infatti il DRS aperto…

Ecco la classifica completa delle FP3:

FP3

 

 

Related posts

Leave a Comment