news WSBK 

SBK, ad Assen è dominio Kawasaki: Tom Sykes torna Mr. Superpole

SBK, ad Assen è dominio Kawasaki: Tom Sykes torna Mr. Superpole

Ad Assen la SP2 ha regalato un duello spettacolare nel Time Attack tra gli alfieri della Kawasaki Tom Sykes e Jonathan Rea ed il capitano del team di Noale Leon Haslam; ma a spuntarla è stato un incredibile Tom Sykes che, dopo un lungo periodo di grandi difficoltà, ritrova se stesso e la Superpole, la prima di questa Stagione 2015.

Divorando i cordoli del TT di Assen, la Ninja di Sykes è tornata a fare quello che le abbiamo visto fare nelle scorse edizioni e ferma quindi il cronometro in un fantastico 1’34″789, tempo che gli vale la prima posizione dello schieramento e soprattutto la vittoria (temporanea) sul compagno di squadra Rea, a +0.131 di ritardo, che partirà domani dalla 2° posizione. Le Kawasaki qui fanno veramente paura, soprattutto se si tiene conto che i tempi sull’ 1’34” erano stati segnati da Baz nel 2014 quando le moto erano decisamente più performanti. Domani, però, la lotta tra le due moto di Akashi sarà davvero dura, ma il favorito – malgrado il 2° posto – è l’inglese Jonathan Rea, che nel corso delle libere ha messo in evidenza un passo gara estremamente veloce.

Va a chiudere, perciò, la prima fila dello schieramento la RSV4 RF di Leon Haslam (3°), che innestando rapidamento le marce del motore italiano, fa sognare e va a firmare il terzo miglior tempo in 1’35″336. Haslam è riuscito a sfiorare la Pole, ma gli ultimi passaggi delle Kawasaki non hanno ammesso repliche; Leon, però, si è messo in mostra durante le sessioni precedenti per costanza e velocità ed è certamente tra i candidati alla vittoria.

Chiude una Top4 tutta inglese il pilota di Ducati Chaz Davies che, in sella alla sua Ducati Panigale R, non riesce ad imporsi come nei turni precedenti e deve accontentarsi di aprire soltanto la seconda fila. Ma Davies è risultato essere più lento di Haslam soltanto di un centesimo, quindi la Rossa di Borgo Panigale rimane in piena lotta per la vittoria. Quinto posto, invece, per un grandissimo Michael Van Der Marc, che porta la sua Honda CBR1000RR SP a stampare un fantastico 1’35″619 e domani sarà in griglia di partenza pronto a portare in alto la bandiera olandese sul circuito di casa.

Continuano le difficoltà con la nuova elettronica firmata Marelli per il Team Suzuki, ma Alex Lowes riesce a guidare sopra i problemi e porta la GSX-R 1000 a classificarsi in 6° posizione. Sul giro secco Lowes sfrutta tutto il suo talento, ma per i due alfieri di Hamamatsu le gare di domani rimangono una grande incognita. Alla 7° posizione chiude un solido Xavi Fores, che porta la “sua” Ducati Panigale R a precedere l’Aprila RSV4 RF del connazionale Jordi Torres, qui 8°, ancora bisognoso di trovare più feeling nei curvoni veloci.

Nona posizione per il Campione del Mondo Sylvain Guintoli che, oltre a non riuscire a trovare velocità con la sua CBR1000RR SP, viene eclissato dallo scatenato compagno di squadra che fa il diavolo a quattro pur di primeggiare in casa sua. A chiudere la Top10 è quindi Leandro Marcado, che si mette alle spalle la MV Agusta di Leon Camiera (11°) e Nicolas Teros (12°).

classifica Superpole SBK Assen 2015

Related posts

Leave a Comment