MotoGP news 

MotoGP, Austin: sotto il bagnato Dovi e la Ducati volano. Risultati FP1

MotoGP, Austin: sotto il bagnato Dovi e la Ducati volano. Risultati FP1

Sotto una pioggia torrenziale che ha colpito il Circuito delle Americhe, il primo turno di libere del week-end di Austin ha regalato davvero tante emozioni: dopo, infatti, una bandiera rossa che ha interrotto a metà la sessione a causa dell’ingresso in pista di un cane, la seconda mezzora di libere è stata caratterizzata da un furibondo time attack che ha messo in contrapposizione assoluta le moto di Borgo Panigale e la Honda di Marc Marquez.

Ma ad avere la meglio, a tempo ormai scaduto, è stato Andrea Dovizioso, che ha portato la sua Desmosedici GP15 a rubare la Pole virtuale di Marquez, siglando il miglior tempo di giornata in 2’19″402, ovvero quasi mezzo secondo più rapido della RC213V del Campione del Mondo, che termina in 2° posizione. La Ducati, che ha già dimostrato la propria competitività in quel di Losail, ha oggi sottolineato che le grandi doti che aveva sul bagnato non sono cambiate e, unito alle caratteristiche della pista di Austin, è senza ombra di dubbio candidata alla vittoria di questa seconda manche stagionale.

A chiudere il podio virtuale è stato un fantastico Scott Redding che, ancora bisognoso di esperienza sulla MotoGP, è riuscito a bloccare il cronometro in 2’20″487, riuscendo così a tenersi alle spalle Valentino Rossi, oggi 4°. Rossi, però, pur pagando quasi un secondo e due di ritardo dalla vetta,  è ancora una volta il primo delle Yamaha e soprattutto ha mostrato di avere un buon feeling con la sua M1 anche sotto il bagnato.

A soli 7 centesimi dal Campione di Tavullia, Danilo Petrucci chiude la sessione di libere in 5° posizione, sopravazando così i due alfieri di Tech3, rispettivamente Bradley Smith (6°) e Pol Espargarò (7°), quest’ultimo ad un secondo e mezzo dalla GP15 di Dovizioso. Ottava piazza, invece, per l’inglese Cal Crutchlow che, in ritardo di quasi due secondi, non è riuscito a trovare un buon feeling sul bagnato. Peggio è andata però a Jorge Lorenzo, visibilmente insoddisfatto ad ogni rientro ai box: il maiorchino ha apportato diverse modifiche al set-up della M1 senza però mai riuscire ad essere realmente competitivo. Chiude quindi in 9° posizione, davanti alla Ducati GP14.2 di Yonny Hernandez, che chiude la Top10.

Sale in 11° posizione Bautista con l’Aprilia (è il miglior piazzamento della moto di Noale dal rientro in MotoGP), mentre alle sue spalle si posiziona il collaudatore giapponese Hiroshi Aoyama (12°), rientrato per sostituire il convalescente Dani Pedrosa. Soltanto 16°, invece, a ben 3 secondi di ritardo, la Suzuki GSX-RR di Aleix Espargarò, visibilmente in difficoltà a causa della mancanza di potenza del propulsore e soprattutto in totale assenza di dati sul set-up, poichè per la squadra di Hamamatsu è stata la prima volta sulla pista americana.

Qui sotto la Classifica completa delle FP1:

Classifica completa delle FP1 MotoGP Austin 2015

Umberto Moioli

Sono nato a Monza il 9 gennaio 1993, ed ho iniziato a frequentare il paddock fin dalla più tenera età grazie a mio padre, ex pilota e team manager. Amo le corse, scrivere, e guidare tutto ciò che è scomodo, rumoroso e soprattutto veloce. Sono appassionato di roba Old-School e ho una visione parecchio romantica delle Corse.

Related posts

Leave a Comment