news WSBK 

SBK, Aragon: ecco come si delinea il primo GP europeo

SBK, Aragon: ecco come si delinea il primo GP europeo

Dopo due intensi round andati in scena rispettivamente in Australia ed in Thailandia, ora i protagonisti del Mondiale Superbike 2015 sono pronti a tornare nel Vecchio Continente, per la prima tappa europea dell’anno, che si terrà, come negli ultimi quattro anni, sul tracciato spagnolo di Aragon.

A comandare la Classifica iridata, grazie a tre vittorie e ad un secondo posto, è il britannico della Kawasaki Jonathan Rea, oggi a quota 95 punti; ma la leadership del Mondiale 2015 è attualmente una questione tutta inglese, perchè alle spalle del #65, Leon Haslam si trova in 2° posizione a soli -10 punti, mentre Tom Sykes è 3° con 50 punti.

La “fame” agonistica del nuovo acquisto del Team Green è tanta da sembrare aver già spodestato il suo compagno di squadra, vice-Campione Mondiale 2014, dal ruolo di Capitano; ma la realtà dei fatti è che sarà proprio il MotorLand di Aragon a segnare lo spartiacque, perchè la pista spagnola è considerata il tracciato di casa del team di Akashi e proprio qui Sykes fu protagonista l’anno scorso del week-end perfetto, conquistando la doppietta in gara, la Superpole ed il giro veloce. Tom, che con l’entrata in vigore del nuovo regolamento tecnico sembra aver perso quel “quid” che gli permetteva di fare la differenza, è chiamato ad una grande prestazione, sia per difendere il proprio ruolo all’interno della squadra verde che per recuperare terreno nei confronti della lepre di Larne.

Tra i due alfieri della Kawasaki, però, si inserisce a gamba tesa anche il pilota dell’Aprilia Leon Haslam che, forte di un profondo feeling con la moto di Noale che gli ha regalato una vittoria e tre secondi posti, è alla ricerca di un riscatto personale dopo le lunghe stagioni di anonimato che si sono susseguite dal 2010 in poi, da quella sfortunatissima rottura di motore in Gara 2 ad Imola che gli valse in Titolo Mondiale. Haslam  infatti, ha già messo nel mirino il suo connazionale e, grazie al possibile aiuto del compagno Jordi Torres – dimostratosi fino ad oggi estremamente competitivo – che potrebbe tenere a lungo impegnato Tom Sykes, il primo round europeo potrebbe trasformarsi in una questione a due.

Tuttavia, il layout non specialistico del tracciato lascia ben sperare anche in una grande prestazione delle Ducati: ad affiancare Chaz Davies, per i prossimi due appuntamenti, ci sarà lo spagnolo Xavi Fores, chiamato a sostituire Davide Giugliano ancora in convalescenza, che non vede l’ora di poter fare bene davanti al proprio pubblico di casa. Ci si aspetta, inoltre, anche una buona prova di Alex Lowes e della sua Suzuki GSX-R 1000, grazie al primo podio stagionale conquistato durante il GP del Buriram che ha regalato tanta fiducia agli uomini di Hamamatsu.

Related posts

Leave a Comment