F1 news 

F1: Fernando Alonso pronto a tornare in Malesia

F1: Fernando Alonso pronto a tornare in Malesia

Questo venerdì, per il Circus della F1, rappresenterà l’inizio del secondo weekend di gara. Si correrà in Malesia, sul circuito di Sepang: alcuni cercheranno conferme, altri andranno alla ricerca di miglioramenti. Altri ancora, infine, esordiranno alla guida della propria monoposto 2015.

E’ il caso di Fernando Alonso: il pilota asturiano, questo venerdì, indosserà casco e tuta McLaren per la prima volta nella stagione di F1 vera e propria, durante la prima sessione di prove libere del weekend. Alonso durante la settimana scorsa ha svolto e superato una serie di test psico-fisici presso l’Università di Cambridge, all’interno di una più ampia serie di test medici che la FIA prevede per stabilire se un pilota sia pronto o meno al rientro in pista. Non si hanno ancora comunicazioni ufficiali in merito, ma la notizia ha come fonte l’emittente televisiva spagnola Antena 3 (che comunque viene data come molto vicina al manager di Alonso, Luis Garcia Abad). In più, oggi Alonso dovrebbe tornare in macchina, seppur solo virtualmente: è previsto per questo lunedì infatti il suo ritorno nella factory di Woking, per effettuare delle prove di guida sul simulatore del team.

Dunque Kevin Magnussen tornerà al ruolo di terzo pilota del team, dopo essere stato richiamato in tutta fretta al volante della MP4-30 dopo lo strano incidente che Alonso ebbe durante i test di Barcellona (era domenica 22 febbraio). L’ultimo scoglio che il driver spagnolo dovrà superare, prima di essere dichiarato pienamente idoneo alla guida, saranno alcuni test “in loco” organizzati dalla FIA, tra cui, ad esempio, l’uscire autonomamente entro un tempo prefissato dalla monoposto. Ma la sensazione è che questa sia solo una formalità, e che quindi Alonso sarà regolarmente alla guida della sua MP4-30 per il GP di Malesia.

Di certo però, se si pensa che Alonso, nonostante non sia ancora sceso in pista in un weekend di gara, darà inizio alla sua Stagione già con una PU (e 200 cv) in meno rispetto alla concorrenza (non è stato infatti possibile salvare la PU che ha appiedato Magnussen a Melbourne), viene da riflettere su quanta serenità possa aver avuto lo spagnolo durante il suo periodo di recupero…

 

Related posts

Leave a Comment