Motocross news 

MXGP, Cairoli vs Villopoto: il punto della situazione prima del GP d’Argentina

MXGP, Cairoli vs Villopoto: il punto della situazione prima del GP d'Argentina

 

Il 2015 del Mondiale Motocross è iniziato con il grande annuncio fatto dalla Youthstream, società organizzatrice del Campionato, nel quale comunicavano l’ingaggio della leggenda americana Ryan Villopoto.

Non potevano chiedere di meglio sponsor e televisioni che, con Villopoto contrapposto all’intramontabile Tony Cairoli, hanno ricevuto su un piatto d’argento una lotta al Titolo più accesa che mai; lotta spietata, però, che diventa anche guerra tra Energy Drinks: Red Bull, infatti, storico partner principale di KTM, per la prima volta si vede seriamente minacciata da un pilota sulle cui carene sono esibiti i “graffi” della Monster Energy, sponsor principale del Mondiale, che tuttavia non ha ancora visto trionfare nessuno dei suoi riders.

Alla vigilia del primo round stagionale, il GP del Qatar, l’attesa per questo confronto era altissima, ma sfortunatamente le cose sono andate nel verso sbagliato ad entrambi i protagonisti, e anche per il pubblico.

Gara1 totalmente da dimenticare per l’idolo statunitente, che sbaglia la partenza e si ritrova nelle retrovie fin dalle prima battute: la fame agonistica, la voglia di rimediare ad un grosso sbaglio – forse dettato proprio dalla grandissima pressione mediatica – ed il desiderio di recuperare il rivale gli hanno, però, tolto lucidità, punendolo con una caduta ed il ritiro. Ci si aspettava molto di più dalla seconda manche, ma anche qui le attese non sono state giustamente ripagate: chiude, infatti, solo 8° il pilota della Kawasaki.

Prestazione sottotono anche per Cairoli che, tuttavia, rimane sempre in zona podio e chiude al 4° posto: non un risultato alla sua altezza ma pur sempre dignitoso. Mattatore della giornata, invece, è stato Nagl che in sella alla sua Husqvarna sigla una splendida doppietta, alle cui spalle hanno fatto seguito Clemente Desalle (2°) e Gautier Paulin (3°).

Il secondo appuntamento stagionale, il GP di Thailandia, che ha riportato i piloti in pista solo una settimana dopo il primo round, ha permesso al Campione americano di rifarsi della figuraccia rimediata in Qatar, grazie infatti ad una grande performance che gli è valsa il primo gradino del podio, precedendo così Desalle (2°) ed il rookie del team Yamaha Fabvre (3°). Medaglia di bronzo per Cairoli, solo 4° al traguardo.

Durante l’intermezzo con Gara2 aleggiava aria di rivincita, e così è stato: Tony Cairoli è riuscito, infatti, a centrare uno dei suoi  tipici “holeshot”, saluta i rivali, stremati dal gran caldo thailandese, e corre verso la sua prima vittoria del 2015. Alle sue spalle chiudono il podio rispettivamente Desalle e Villopoto, 3° a 22 secondi di ritardo dal rivale della KTM.

A comandare la Classifica del Mondiale, dopo le prime due gare, è il belga Desalle, che a suon di secondi posti è in prima posizione con 88 punti, seguito da Cairoli a quota 79, poi Nagl a 78, mentre Villopoto è quarto a 70.

Termina, perciò, con un pareggio il confronto a distanza tra le due superstar della MXGP, chiamate dai tifosi ad una grande battaglia sull’inedito tracciato del GP d’Argentina-Patagonia, il prossimo 28 marzo.

 

 

 

Related posts

Leave a Comment