Novità del mercato Nuovi Modelli 

Opel, nuova Corsa OPC: 207 CV di puro godimento

Opel Corsa OPC

Ormai, nel listino delle più importanti case automobilistiche, c’è per quasi ogni modello la versione “pepata”. Ecco perchè Opel, che da poco ha lanciato la nuova Corsa, non si è fatta pregare e ha subito creato una variante più prestazionale: la Corsa OPC, che farà il suo debutto di fronte al grande pubblico del Salone di Ginevra.

La sigla “OPC” sta per “Opel Performance Center”: a Rüsselsheim, infatti, la casa tedesca ha il proprio centro di sviluppo per i modelli più “racing” della gamma. I tecnici Opel hanno montato sotto il cofano della Corsa un 1.6 turbo-benzina da 207 cv, che sviluppa 245 Nm di coppia massima (disponibile fra i 1900 e i 5800 giri); il tutto, abbinato ad un cambio manuale a sei marce, alla trazione anteriore e ad una funzione “Overboost”, che fornisce alla Corsa OPC ulteriori 35 Nm. Le prestazioni dichiarate dalla Casa sono di tutto rispetto: lo 0-100 km/h viene coperto in 6,8 secondi, in V marcia impiega 6,6 secondi per passare da 80 a 120 km/h e la velocità massima è di 230 km/h. I dati sui consumi forniti dalla Opel parlano di 7,5 l/100 km nel ciclo combinato, con un valore di 174 g/km per quanto riguarda le emissioni di anidride carbonica.

Opel Corsa OPC (2)

Dal punto di vista estetico, oltre al caratteristico colore Azure Blue, la Corsa OPC si differenzia per molti aspetti dalle Corsa “normali”. Dall’esterno la si riconosce per la nuova calandra, basata sullo stile dell’Astra OPC; per le nuove prese d’aria, che si trovano sul cofano e sotto i gruppi ottici anteriori; per il diffusore posteriore e per il doppio terminale di scarico; per lo spoiler sul portellone, disponibile peraltro in due differenti dimensioni, per garantire una maggiore deportanza. Dall’interno invece la si distingue per i sedili sportivi targati Recaro, per il volante in pelle appiattito nella parte inferiore, per la pedaliera sportiva e la tipica strumentazione OPC. Come optional troviamo invece il sistema d’infotainment IntelliLink di ultima generazione.

Opel Corsa OPC (3)

Inoltre, come sempre più spesso accade alle Case automobilistiche, il Ring è stato teatro di alcuni test per migliorare il comportamento dinamico della vettura. La Corsa OPC ha sviluppato, grazie ai giri al Nordschleife, un sistema di ammortizzatori (forniti dalla Koni) a smorzamento selettivo in funzione della frequenza (Frequency Selective Damping), per garantire il miglior compromesso tra prestazioni e confort. L’assetto, rispetto alle altre Corsa, è ribassato di 10 mm ed i controlli di stabilità e di trazione sono disattivabili dalla modalità “Competition”, che spegne sia il TC sia l’ESP. Di serie, la macchina verrà offerta con pneumatici sportivi Michelin 215/45, montati su cerchi da 17″ che ospitano un impianto frenante con dischi anteriori da 308 mm.

Per i più corsaioli, però, è disponibile come optional il pacchetto “Performance” che, tra le altre cose, include un differenziale autobloccante, cerchi da 18″ ed un impianto frenante Brembo con dischi anteriori da 330 mm.

Per prezzi ufficiali e data di uscita si dovrà attendere la presentazione ufficiale.

Opel Corsa OPC (4)

 

Related posts

Leave a Comment