Off Road WRC & Rally 

WRC, Monte Carlo: Sebastien Ogier trionfa nella prima tappa stagionale. Risultati e Classifica aggiornati

Rallye Monte-Carlo, Gap 19-25 01 2015

Una giornata monopolizzata da Citroen e dal bel tempo quella di oggi, che però alla fine ha riservato gli stessi risultati a cui siamo stati abituati da qualche tempo: Sèbastien Ogier fa suo il primo Rally della stagione, seguono Jari-Matti Latvala ed Andreas Mikkelsen per un podio finale a tinte Volkswagen.

La giornata apre alle 9:30 con SS13 (Col St. Jean – St. Laurent), 10.16 chilometri di “mix di zone asciutte e zone molto umide” come commenta a caldo Kris Meeke (Citroen DS3), vincitore di questa stage. 9 secondi racchiudono la top ten, caratterizzata da Sèbastien Loeb (ancora su Citroen) in seconda piazza seguito da due ottime Hyundai i20, uscite fuori alla lunga in questo weekend: Dani Sordo e Thierry Neuville hanno rappresentato di sicuro la bagarre più interessante in questa domenica di WRC, volta a definire le gerarchie interne della squadra.

Le Polo R navigano in contenimento a partire da Ogier, che specifica come le la scelta delle gomme non fosse stata molto “veloce” con le 3 super soft e le 2 soft, al finnico Latvala, diretto avversario del francese, intenzionato ad attaccare solo in Power Stage (SS15). Andreas Mikkelsen chiude settimo.

La Bollene Vesubie – Sospel rappresenta la tappa più lunga della giornata di oggi con i suoi 31.66 km. Rappresenta anche la quinta vittoria del “nove volte” in questo Rally. Loeb qui la fa da padrone, e se prima i quasi 9 secondi racchiudevano i primi dieci ora indicano il distacco dal secondo, sempre su Citroen, Mads Ostberg. Ribadiscono il buon feeling le due Hyundai, che precedono Ogier, Kubica e Latvala. Curioso l’incidente del polacco, che una volta tagliato il traguardo tira dritto ed impatta contro il muretto distruggendo due ruote e giocandosi la possibilità di correre in SS15. Il problema ce lo riferisce Meeke, che dopo la gara parla con Kubica ed apprende come il freno avesse fatto cilecca.

La Power Stage si chiude con un altro veloce 1-2 Citroen, con proprio il britannico Meeke a vincere l’ultima speciale di questo Montecarlo davanti ad un buon Loeb, staccato solo di 0.2 secondi. La gara si chiude con le Polo R in terza, quarta e quinta posizione: Latvala beneficia del punto bonus della terza piazza, Ogier e Mikkelsen seguono. Jari-Matti non ha potuto assaltare ai tre punti come premeditato, causa un malfunzionamento ai freni lamentato al chiudere di SS14 e che lo hanno costretto a giudare in difesa. Neuville vince lo scontro in casa con Sordo, sesto ed ottavo i piloti su i20. Da denunciare la prestazione sotto tono in questa domenica della coppia Ford Fiesta RS M-Sport rappresentata da Ott Tanak ed Elfyn Evans, sempre indietro quest’oggi.

Le conclusioni al termine di questa edizione 2015 del Rally di Montecarlo sono volte a lodare ancora una volta il team Volkswagen, impostato su una guida profondamente cinica e selettiva, capace di amministrare nei momenti difficili, sfruttare gli errori altrui e chiudere la partita nel momento opportuno in un rally profondamente influenzato da condizioni quasi mai prevedibli. Lo fa modo suo il campione del mondi Sèbastien Ogier, che relega solamente alla prima giornata di fatto la lotta tanto attesa con il connazionale Loeb. Mentre quest’ultimo spinge a tavoletta per tutto il weekend il campione VW guida con lungimiranza in ottica mondiale, una tattica che ha pagato eccome. Latvala sembra non essersi troppo esposto in questa prima battuta, complici le condizioni per lui per nulla ottimali (come ha specificato il SS2), mentre il norvegese Mikkelsen ha condotto la sua gara pulita anche in attesa della sua Polo R in versione 2015, prevista per il Rally di Portogallo, con la quale potrà sicuramente dire la sua nella questione podio.

Una VW in grado quindi di arginare con sole due vittorie (entrambe di Ogier) i ben otto successi su quindici di Citroen. La casa francese ha beneficiato delle ottime prove dell’ospite d’eccezione Sèbastien Loeb e del britannico Meeke (ma funestati da due gravi uscite lungo il weekend), seguite da una buona costanza di Mads Ostberg, curiosamente primo rappresentate delle DS3 in classifica generale pur disputando ancora della vettura versione 2014. Ford ha nel complesso ben impressionato: l’estone Ott Tanak è stato autore di una grande prova giovedì, seguita da una buona guida fino al sabato. Elfyn Evans segue a ruota mentre è ancora una volta a parte il discorso Kubica: il polacco motorizzato dal privato A-Style Team ha regalato quattro performance di puro talento sulla sua Ford Fiesta RS, ma in parte l’incostanza ed in parte la sfortuna lo hanno relegato ai piani bassi della classifica. Aspettiamo con curiosità lo svilupparsi di questo quadro, caratterizzato anche da una coppia Hyundai ancora alle prese con la i20 2014 ma uscite fuori nelle battute finali di questo Montecarlo con carattere; anche per loro bisogna aspettare il Portogallo per iniziare ad insidiare (o almeno provarci) i piani alti di questa classifica.

sebastien-loeb-retour-wrc-2015-rallye-de-monte-carlo
Sèbastien Loeb
ha dimostrato di non aver perso lo smalto della leggenda (e ci mancherebbe). Se non fosse stato per la sospensione danneggiata (procurata da un masso poco visibile sotto il manto nevoso) molto probabilmente la questione sarebbe stata “un tantino” più discussa. Il mondo del rally spera insieme a noi di ItalianWheels di rivederlo ospite in un altro weekend in questa stagione, forse il Francia nel Rally di Corsica, ultimo rappresentante transalpino quest’anno nel calendario WRC.

Di seguito la top ten aggiornata:

  1. Sebastien Ogier – Volkswagen Polo R WRC – 3.36’40″2
    2. Jari-Matti Latvala – Volkswagen Polo R WRC – +58″0
    3.
    Andreas Mikkelsen – Volkswagen Polo R WRC – +2’12″3
    4. Mads Ostberg – Citroen DS3 WRC – +2’43″6
    5.
    Thierry Neuville – Hyundai i20 WRC – +3’12″1
    6. Dani Sordo – Hyundai i20 WRC – +3’12″9
    7.
    Elfyn Evans – Ford Fiesta RS WRC – +5’23″7
    8. Sebastien Loeb – Citroen DS3 WRC – +8’34″7
    9. Martin Prokop – Ford Fiesta RS WRC – +9’54″8
    10. Kris Meeke – Citroen DS3 WRC – +10’55″6

Il WRC ci lascia quindi con queste prime premesse e ci ritrova dal 12 al 15 Febbraio 2015 in Svezia per il secondo appuntamento di questa stagione.

Autore: Pierfrancesco Badini

Umberto Moioli

Sono nato a Monza il 9 gennaio 1993, ed ho iniziato a frequentare il paddock fin dalla più tenera età grazie a mio padre, ex pilota e team manager. Amo le corse, scrivere, e guidare tutto ciò che è scomodo, rumoroso e soprattutto veloce. Sono appassionato di roba Old-School e ho una visione parecchio romantica delle Corse.

Related posts

Leave a Comment