CIV Superbike 

ItalianWheels incontra Edoardo Mazzuoli, insieme verso la SS600 del CIV

10584039_652322104836677_7994122492433888385_n

ItalianWheels, dopo le due vincenti collaborazioni con Mattia Drudi (1° in Gara1-2-3 a Monza nella F4) e con i fratelli Zangari (vincitori di Gara1 al round di Imola del CITE), scenderà in pista per la prima volta su una moto, in particolare sulla Kawasaki Ninja ZX-6R del giovane e talentuoso Edoardo Mazzuoli, che sarà impegnato al Mugello come wild-card nell’ atto conclusivo della stagione SS600 2014 del Civ; quindi, conosciamolo meglio.

Nato a Poggibonsi, in provincia di Siena, l’ 8 gennaio 1990, Edoardo si trasferisce molto presto a Monza, città di motori, ma inizia il suo percorso nell’ ambito delle ruote soltanto a 19 anni: questo però non lo spaventa e, anzi, è motivato da grandi esempi come Biaggi, Sykes e Bayliss, tutte leggende del motociclismo che hanno incominciato alla sua stessa età.

La sua velocità di apprendimento, il “talento” e soprattutto la ferrea dedizione, lo hanno infatti portato a raggiungere velocemente importanti traguardi come il titolo di Vice-Campione Italiano 250Sp, conquistato già nel 2011.

Ripercorriamo, però, la sua storia agonistica: nell’ aprile del 2009, Edoardo inizia a correre amatorialmente, partecipando, seppur con poca esperienza, al Trofeo CMC, competizione di quattro gare che hanno come palcoscenico il circuito di Castelletto di Branduzzo (PV).

Durante il campionato Edoardo riesce sorprendentemente ad ottenere 2 pole position, una vittoria, un 2° posto e 3 giri veloci in gara conseguendo il 2° posto nella classifica finale.247528_10150282525258274_8381325_n

Visti gli ottimi risultati ottenuti, nel 2010 si consumò il grande passo verso le competizioni nazionali, prendendo parte alle Mototemporada Romagnola, ambito trofeo di contorno al CIV riservato alla categoria 125SP. Fin da subito, Edoardo ha lottato per le posizioni comprese nella zona punti (Top15) su una folta griglia di ben 40 partecipanti.

Il miglior risultato stagionale, però, fu centrato durante la partecipazione, in veste di wild-card, all’ European Championship Alpe Adria, campionato europeo riservato alla sua stessa categoria. La gara si svolse presso il Motodromo di Rijeka (HR) dove il monzese ottenne un brillante 7° posto su 30 partecipanti.

Nel 2011, arriva l’esordio nel Campionato Italiano Velocita, categoria Sp250, questa volta però con una Kawasaki Ninja 250, moto più adatta ad accogliere un pilota della sua taglia, e con essa si laurea Vice Campione Italiano 250Sp, giungendo a podio ben 4 gare su 6.

La costanza di rendimento, infatti, ha permesso al giovane pilota e a tutto il team privato BrCorse di acquisire l’esperienza necessaria per essere tra i candidati al titolo anche nell’anno successivo.

Nella stagione 2012, Edoardo conferma quanto di buono ha fatto vedere l’anno precedente: si dimostra da subito il più rapido nei Test pre-stagionali, tenutisi ad Imola, ed in qualifica è sempre veloce, tanto da centrare sempre la prima fila.

Sfortunatamente la vittoria sfuma diverse volte, soprattutto a causa della sua corporatura che ha rappresentato un grosso svantaggio nei confronti dei suoi rivali più minuti: alla fine della stagione, Edoardo chiude il Campionato 3° in classifica, dopo aver conquistato quattro podi, di cui una vittoria sfumata a Misano e quella finale persa al Mugello giungendo 3°, in volata.

Nel 2013, si ripresenta al via dell’ Italiano Sp, campionato nel quale vengono ammesse (ingiustamente) le più potenti Kawasaki 300. Nonostante l’evidente gap prestazionale accettato dal regolamento, Edoardo migliora ulteriormente: in sella alla sua Ninja 250, riesce sempre a partire dalla prima fila conquistando un podio a Misano, un secondo posto ad Imola e la Pole Position con il record del circuito di Misano conquistata durante il terzo ed ultimo round di luglio, che ne rappresenta la più grande e bella soddisfazione dell’ annata. 184399_10151392376798274_1948220064_n

Nonostante l’assenza negli ultimi due round, chiude il campionato in 5° posizione.
L’assenza era però giustificata dal fatto che tutte le risorse, sia economiche che non, erano state indirizzate nel progetto SS600, categoria nella quale esordirà durante l’ anno successivo.

A luglio 2014, infatti, è arrivato il tanto agognato esordio su una SS600:  nel National Trophy 600, all’interno del paddock del Civ, Edoardo è stato capace di conquistare in sella alla sua Kawasaki Ninja ZX-6R un fantastico 5° posto su ben 40 partecipanti e ora, per lui e tutto il team BrCorse è giunta finalmente la possibilità di mettersi in luce in uno dei palcoscenici più importanti d’Europa quale il Civ SS600, un campionato colmo di piloti veloci e con esperienze mondiali alle spalle.

Credendo nel grande talento e nell’ estrema velocità che hanno da sempre contraddistinto l’ orgoglio di Monza, ItalianWheels il 19 ottobre scenderà in pista insieme a Edoardo, accompagnandolo in un campionato che, siamo sicuri, lo vedranno subito tra i protagonisti.

10419406_816038835083883_458076348442465228_n

 

Related posts

Leave a Comment